SPORT  CAVALLI & PONY
15 - 16 - 17 Febbraio 2019
 

   

 

FOTO E VIDEO DELLE GARE

PER TUTTE LE FOTO DEL SETTORE WESTERN è possibile rivolgersi alla seguente società,

FOTO GARE WESTERN
Per la manifestazione in oggetto sono stati autorizzati, in esclusiva, per le fotografie la società “Dead or Alive” / PHOTOS BY “DEAD OR ALIVE” (contatti: Luca 
+39 3331304404, Domenico +39 3281644997, email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

VIDEO RIPRESE GARE WESTERN
per le riprese video la società “Viwa” / VIDEOS BY “VIWA” (contatto facebook oppure email 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ). Eventuale richiesta di accredito deve essere inoltrata alla società organizzatrice al seguente indirizzo mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  .

 

Cavalli a Roma su TV SPORT ITALIA canale 60 del DTT


Oggi Lunedì 19 Febbraio alle ore 16.00 sul canale Canale 60 ddt e Sky 225 intervista ad Irene Castelli organizzatrice fiera cavalli a Roma e Marco Di Paola, presidente della Fise. Inoltre alle ore 24.00 circa edizione speciale cavalli a roma.

Successo di Cavalli a Roma. Dal 2019 il sogno di una Coppa del Mediterraneo

Si è appena chiuso alla Fiera di Roma il grande evento annuale dedicato al mondo del cavallo, dopo tre giorni di gare, spettacoli, mostre, esibizioni e incontri a tema. Per Cavalli a Roma l’edizione 2018 ha segnato un nuovo inizio, con il pubblico pagante che ha toccato le 25mila presenze in soli tre giorni, nonostante che l’evento sia stato preparato in appena un mese. Oltre 70.000 mila i contatti per la diretta streaming. Per la prima volta anche il Coni ha dato il suo patrocinio. “Cavalli a Roma – aveva dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò con una nota stampa – conferma ancora una volta la vocazione della Capitale ad ospitare eventi di ampio respiro, strumento di trasformazione territoriale e soprattutto di attrazione turistica”.

“Cavalli a Roma – sottolinea lo Show director Cesare Croce – è stato un grandissimo successo, sia per il pubblico che ha partecipato, che per l’impegno tecnico. Dal punto di vista sportivo è stato un evento importante, con il Gran Premio che ha dato la misura del concorso. Per le prossime edizioni abbiamo in mente di spostare il baricentro del mondo equestre in mezzo al Mediterraneo, facendo diventare l’appuntamento romano un evento internazionale imperdibile”.

“Da ricordare – ha proseguito Cesare Croce - il grandissimo successo del Reining e del Concorso Ippico Nazionale Pony per i ragazzi, con 100 binomi partecipanti. Tra i più giovani ha riscosso grande successo anche la fattoria didattica per l’avvicinamento agli sport equestri, nella prossima edizione ai giovani offriremo uno spazio ancora più ampio e strutturato”.

Organizzare un appuntamento internazionale che raccontasse i mille modi in cui il cavallo è compagno dell’uomo con solo un mese di tempo a disposizione è stata una sfida, vinta grazie a impegno, professionalità e fatica. “Siamo molto felici per come è andata la sfida – racconta Irene Castelli Ad della società organizzatrice Ad Maiora IR-  eravamo consapevoli del rischio, per fortuna il coraggio è stato premiato. Cavalli a Roma è stata una vera festa, con tante famiglie che sono venute a trovarci per avvicinarsi a questo amatissimo animale. Per molti bambini la visita alla fiera sarà un giorno da ricordare e forse l’inizio di una passione e questo è l’obiettivo più importante per una vera e propria festa dedicata al cavallo come si propone di essere Cavalli a Roma”.

Molto soddisfatto di come è andata anche Pietro Piccinetti, Amministratore Unico di Fiera Roma: “La nuova gestione di cavalli a Roma ha dimostrato grande professionalità e competenza, tanto che insieme abbiamo già cominciato a pensare a nuove idee per fare di Fiera Cavalli un evento di rilevanza internazionale al centro del Mediterraneo. È andato tutto bene grazie anche alla collaborazione con la Fise. È stato un grande appuntamento per il pubblico, oltre che per gli sportivi. Anche la struttura della Fiera ha funzionato bene, siamo soddisfatti”.

“Possiamo essere soddisfatti di questa edizione di Cavalli a Roma – gli fa eco il Presidente Fise Marco Di Paola - Il comitato organizzatore, a cui deve andare il ringraziamento della Federazione, ha fatto un ottimo lavoro e nonostante il poco tempo a disposizione è riuscito a regalare momenti di spettacolo e sport in una tre giorni dedicata al mondo del cavallo. Cavalli a Roma si conferma, non solo un momento di sport, ma anche e soprattutto una manifestazione dedicata alle famiglie. È grazie a questo tipo di eventi che si fa la vera promozione dell’equitazione”.

La manifestazione è stata una occasione per incontrare tanti personaggi del mondo dello spettacolo che a sorpresa hanno rivelato la loro passione per i cavalli. L’attore Roberto Ciufoli, si è presentato come grande giocatore di Polo. “D’ora in poi – ha scherzato - sarà più facile vedermi sui campi di gara che in televisione”. Ciufoli sarà il 9 aprile al Salone Margherita con uno spettacolo di beneficienza, preparato in collaborazione con la Fise. Simona Rolandi, giornalista di Rai Sport, ha girato tra i padiglioni delle Fiera e consegnato i premi in occasione del Gran Galà FISE Concorso 6 barriere. Paolo Negro, ex calciatore della Lazio e amante dei cavalli, è intervenuto come testimonial del progetto di solidarietà “Equitazione, Sport e salute” che raccoglie fondi per la ricerca al Policlinico Gemelli sul morbo di Crohn. Gabriele Marconi, noto imitatore, ha regalato ai visitatori delle Fiera le tante voci di personaggi del mondo sportivo. Non poteva mancare Maurizio Mattioli, attore comico romano, conosciuto anche per il suo amore verso i cavalli. Si è prestato per un giro a cavallo tra i padiglioni delle fiera e, tra una foto e l’altra con i fan, ha seguito con attenzione tutti gli appuntamenti agonistici.

 

 

CAVALLI A ROMA

PRESS OFFICE MANAGER

Francesca Romana Nucci

F&R COMMUNICATION SRLS

TEAM:

FRANCESCA DELLA GIOVAMPAOLA Event Communications

DANIELA CURSI CSI Internazionale Salto ostacoli.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PARLA OLANDESE IL GRAN PREMIO DI CAVALLI A ROMA

Gabriele Grassi cede il passo a Jody Van Gerwen. Ma e’ lui il miglior cavaliere del concorso 

Jody Van Gerwen è la migliore dei 46 binomi che hanno preso parte al Gran Premio internazionale di salto ostacoli targato “Cavalli a Roma”.

L’amazzone olandese, classe 1991, ha siglato due percorsi netti fermando il cronometro della seconda manche su 41”39. Ai suoi ordini, Dendola B, cavallo di proprietà del cavaliere orange Bart Gommeren. C’è un po' di Italia in questo successo, perché Jody è da pochi mesi entrata a far parte del team che unisce Gommeren all’olimpionico Gianni Govoni. Questa vittoria rosa impreziosisce un curriculum che sotto il nome Van Gerwen parla di 6 Campionati d’Europa giovanili.

In seconda posizione si è classificato Gabriele Grassi. Il cavaliere toscano, in sella a My For Passion, è stato autore di un doppio netto con un tempo superiore (44”49) nella seconda manche. Resta per Grassi la soddisfazione di aver conquistato un primo e due secondi posti nei tre giorni di gara: bilancio che lo porta di diritto ad essere riconosciuto come miglior cavaliere del concorso.

Terza piazza per Filippo Marco Bologni. ll cavaliere emiliano ha chiuso il secondo giro con il tempo migliore in assoluto: 37”92. Vittoria pregiudicata, però, da un errore, quindi 4 penalità, nel percorso base.

Seguono Dario Luigi Agosta (Viskann di Sabuci, 4/0 - 37”96), Christian Marini (Lexus V Thornzele Z, 4/0 - 39”21) e Andrè Coutinho Mendonca Nagata (Isco de Amoranda, 5/0 - 39”65). Settima e ottava posizione, rispettivamente per Luca Marziani (Saxo des Hayettes, 5/0 - 41”28) e Filippo Lupis (Breezer, 5/0 - 41”72).

Miglior cavaliere junior, Giacomo Casadei, undicesimo classificato in sella a Flickfox (4/5).

(Foto©Cavalli a Roma/Stefano Grasso)

Reining, a Cavalli a Roma la prima gara del campionato mondiale 2018

A Cavalli a Roma, la grande Fiera dedicata al mondo del cavallo, il padiglione 8 è stato riservato alla disciplina del Reining e ad alcune specialità collegate, come il Working Cow Horse, che mette insieme le abilità del reining al lavoro con il bestiame. Il reining, disciplina dell’equitazione americana, che letteralmente significa “lavorare con le redini”, richiede una notevole preparazione tecnica.

È necessario che il cavaliere sia molto esperto, mentre al cavallo sono richieste doti sia fisiche che psicologiche. Deve essere predisposto al lavoro e particolarmente atletico. Ad ammirarla da fuori questa disciplina sembra semplice, perché un lavoro ben eseguito scorre fluido, in realtà i movimenti sono molto particolari e per raggiungerli serve molto allenamento.

Sabato sera si è tenuta la gara più importante, la NRHA Rome Shoot In, valida per il campionato del mondo, prima tappa del campionato 2018. Riservata ai professionisti, con un montepremi di 50.000 euro, la gara ha richiamato i nomi più prestigiosi del reining europeo e giudici esperti come Eugenio La Torre, Ricky Bordignon, dal Brasile Hiram Silva Filo e dal Canada Carol Telford.

Diverse le categorie ammesse alla gara tra cui la Youth riservata ai ragazzi dai 14 ai 18 anni. La più importante è stata la Classe Open, con 60 cavalli partecipanti, nella quale è stato assegnato un punteggio molto alto. I due vincitori ex equo si sono aggiudicati entrambi uno score di 228 e sono l’italiano Guglielmo Fontana e l’austriaco Rudi Kronsteiner. Da registrare una grande presenza di pubblico per assistere alla competizione internazionale dell’unica disciplina di monta americana della Fise, che quando partecipa nelle competizioni internazionali porta a casa sempre medaglie.

Le gare di domenica, che proseguiranno per tutta la giornata, sono riservate agli amatori. La classe non pro include grandi campioni e lo spettacolo e la qualità tecnica sono garantiti. Una curiosità, in gara anche Gina Maria Schumacher, figlia del celebre pilota di formula uno Michael Schumacher, che ha già vinto a Roma Cavalli la Novice Horse NON PRO.

 

CAVALLI A ROMA

PRESS OFFICE MANAGER

Francesca Romana Nucci

F&R COMMUNICATION SRLS

TEAM:

FRANCESCA DELLA GIOVAMPAOLA Event Communications

DANIELA CURSI CSI Internazionale Salto ostacoli.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

International Show Jumping: Chi vincerà il Gran Premio?

Oggi, domenica 18 febbraio, si concluderà l’edizione 2018 di Cavalli a Roma (Fiera di Roma). A poche ore dall’inizio del Gran Premio internazionale partono i pronostici. La lista dei partenti è numericamente e qualitativamente impegnativa, rendendo difficile identificare una stretta cerchia di cavalieri in grado di aggiudicarsi la categoria che Uliano Vezzani metterà in campo per 46 binomi. Metro alla mano, l’altezza degli ostacoli arriva a un metro e 45. 

Il velocista colombiano Andres Penalosa affronterà il tracciato con Lajo Secondo, cavallo che precedentemente era sotto la sella di Gabriele Grassi. Grassi risponde presentando My Cool Passion, nuovo compagno di gara con il quale si è aggiudicato la categoria alta di venerdì.

In campo anche Luca Marziani che con Saxo des Hayettes è deciso a replicare la vittoria della 140 di sabato.

Tra i partenti c’è anche Dario Luigi Agosta, vincitore dell’edizione Cavalli a Roma 2017. Ai suoi ordini, Viskann di Sabuci.

Pericoloso avversario è Paolo Adorno che farà il suo ingresso in campo con Fer ZG, cavallo con cui ha vinto la finale del circuito nazionale dei giovani cavalli a 6 e a 7 anni. Quest’anno, dall’alto dei suoi 8 anni, si è già dimostrato competitivo in due Gran Premi.

Sotto il nome di “Bologni” pronti a partire padre e figlio: Arnaldo è lo storico vincitore del GP Roma di Piazza di Siena. Dopo di lui, dal 1994, nessun azzurro è riuscito ad imporsi nell’albo d’oro dello CSIO. Suo figlio Filippo, nato proprio nel 1994, ha segnato nero su bianco la partecipazione a ben 6 Campionati d’Europa giovanili, con un bronzo a squadre nel 2014.

Non è di meno la famiglia Casadei, con il campione italiano 2006 Mirco che vanta il vero asso nella manica con suo figlio Giacomo: 15 anni, una medaglia di bronzo continentale (Europei junior 2017) e due vittorie consecutive nel GP del Memorial Dalla Chiesa, edizione 2016 e 2017.

La quota rosa azzurra si riduce in Sara Morucci (Stardust Z). L’amazzone diciassettenne è stata convocata numerose volte come titolare della squadra azzurra giovanile per il circuito di Coppa delle Nazioni.

Last but not least, Gianni Govoni, rappresentante azzurro in due Olimpiadi e 3 Campionati del mondo. “The Faster of Master” è iscritto con un cavallo nuovo: Evenzo. Nessuna vittoria nei giorni precedenti. Ed è quando si muove in  sordina che può rivelarsi la sorpresa del Gran Premio.

L’ultima parola, come sempre, spetta al campo gara equestre, pronto a disintegrare qualunque pronostico. 

(Foto©Cavalli a Roma/Stefano Grasso)

International Show Jumping (padiglione 3)-Programma di domenica:

9.00 115 a fasi consecutive (CSI1*)

A seguire, 120 a difficoltà progressive (CSI1*)

A seguire, 130 relay  (CSI1*)

Non prima delle 14.30, Gran Premio 145 a due manche (CSI2*) -diretta streaming*

A seguire, 135 a fasi consecutive (CSI 2*) - diretta streaming*

 

*diretta streaming (siti di riferimento:www.cavalliaroma.it - www.fise.it - www.fise-lazio.it)

 

 

DANIELA CURSI 

Addetta stampa CSI 1*/2*International Show Jumping -Concorso Internazionale di Salto ostacoli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

PRESS OFFICE MANAGER CAVALLI A ROMA

Francesca Romana Nucci- F&R COMMUNICATION SRLS

EVENT COMMUNICATION CAVALLI A ROMA

Francesca della Giovampaola

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • 2018 - EVENTO PATROCINATO DA
     




  • 2018 MEDIA PARTNER
     
     
  • 2018 - PARTNER TECNICI